Ringraziamenti





Ringraziamenti.

Un ringraziamento, colmo di gratitudine, va a tutta la Bella Gente che ha scelto la Casa
come luogo di festeggiamento dei momenti più importanti e felici, determinando la crescita
e il consolidamento di una realtà in Terra di Sicilia che, in un decennio, si è guadagnata
un posto di tutto rispetto nel mondo dei Ricevimenti di fascia alta a livello Nazionale.

Un ringraziamento, ancor più doveroso, va a coloro che, provenendo da Città o Paesi molto
distanti da Acireale, hanno accettato di percorrere e far percorre ai Loro invitati,
pur di scegliere la Casa, centinaia di chilometri, convinti come sono stati, bontà Loro,  
di non poter rinunciare alle qualità e ai requisiti della Casa. Grazie veramente.

Un grazie personalissimo va al Prof. Alfio Petralia, indimendicato Maestro di vita,
Economista di chiara fama e strenuo assertore della supremazia dell'Etica rispetto all'Economia; al Prof. Orazio Costantino, Ordinario della Facoltà di Psicologia presso l'Università La Sapienza di Roma,
profondo conoscitore dell'animo umano e delle sue più nascoste e delicate esigenze; al Dottor Pippo Coco, autentico guru del mangiare di qualità; ai coniugi Lucia e Santo Gallina, profondi conoscitori delle Regole della conunicazione commerciale. 
Senza la Loro influenza alla Casa mancherebbe qualcosa di importante. 

Infine, non si può omettere di ringraziare tutti i collaboratori della Casa.
Preziosi, formati, capaci e intensamente motivati, ognuno con le proprie funzioni,
consapevoli degli obiettivi di forte crescita dell'azienda, sono animati da uno 
spirito di squadra che fa da poderosa spinta nel difficile percorso verso l'Eccellenza.

 La dott.ssa Patrizia Musmeci, merita un grazie particolare, perfezionista Direttrice di ferro, che,
con garbo innato e professionalità in crescendo, conduce la
Casa e vigila, senza indulgenza, 
sulla corretta applicazione delle Regole della Casa, raggiungendo, anno dopo anno,
lusinghieri risultati, che sono la prova provata delle sue capacità e,
forte di una sana incontentabilità, della sua esigenza interiore al miglioramento.