Le Regole del Ben Ricevere





La Natura ha lavorato per  La Casa del Grecale
Superbamente incastonata nella Riserva naturale protetta della Timpa,
la Casa troneggia su sette strati di millenarie colate laviche
(Timpa di Acireale) a strapiombo sul mare.
 
A fianco le antiche casette dei pescatori del romantico Borgo di Santa Caterina.

Di fronte l’incomparabile scenario del mare degli Eroi Epici (Ulisse, Enea)
e
delle prime colonie greche (Naxos, Taormina, Siracusa).

Alle spalle, la fiammeggiante e fumosa dimora di Efesto,
il maestoso Etna (che impone ammirazione e soggezione)
dispensatore di un’aura oltremodo vivificante e carezzevole.

Si ha veramente la sensazione di trovarsi nell’ombelico del mondo.

Si consideri il valore aggiunto di Acireale (e delle sue frazioni), 
città dalle antiche e grandi tradizioni culturali, che si impone
 come scenario coerente e solenne (Genius Loci)
per conferire il giusto spessore alla formula del
Ricevimento Nuziale come momento di Cultura.

Facile da raggiungere, ma non immediatamente visibile,
La casa non si offre a tutti, ma solo a chi  viene raggiunto
dal Passaparola, magnifico strumento di marketing
che premia solo le Aziende che sanno ben operare.

Quando il cancello di casa si schiude,
un grande parcheggio interno, circondato da antichi
e fieri alberi di limone, accoglie le autovetture degli ospiti.

Non resta che entrare. L’occhio si fa contemplativo.
Ci si sente subito a casa, e ogni cosa
è disposta  e curata  come si fa a Casa Propria.

Un’atmosfera intima e sincera, esaltata da Oggetti Antichi,
di grande capacità evocativa, che si fanno amare al pari
di una Natura circostante di ineffabile bellezza.

Le persone che accolgono gli Invitati,
consapevoli delle motivazioni che animano La Casa,
sono aduse  e costantemente sensibilizzate alla Cortesia,
alle Buone Maniere, al Ben presentarsi, al Ben Ricevere.

Fimmini beddi e modi 'zzuccaràti
unni iè 'gghiè sunnu apprizzàti!

Garbati e affabili modi d’altri tempi
che si offrono spontaneamente e con disinvolta proprietà,
complici nel “ristorare”  l’occhio e l’anima di chi cerca
il Segno (non il disegno),
l’Essenza (non ciò che appare),
l’Indizio prezioso (non la presenza grossolana).

Il Luogo Giusto abitato dalle Giuste Regole del Ben Ricevere,
per  un Trattenimento di intensa spiritualità e cultura,
autenticamente intimo, da condividere con le persone
che si ha “veramente”  piacere di ricevere.


Aurelio Trubia.